Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR MARCHE FESR 2014/2020 – ASSE 1 – OS 1 – AZIONE 1.1- INT. 1.1.1

DIAMED

Dal rapporto ISTAT “Il diabete in Italia”, sono oltre 20 mila i decessi registrati nel 2014, in cui il diabete è la principale causa di morte, mentre sono oltre 74 mila i casi in cui il diabete è segnalato come causa multipla di morte.

Fino ad oggi la ricerca si è focalizzata nello sviluppo di strumenti che permettano la diagnosi più precocemente possibile per attivare le cure in tempi celeri evitando o ritardando le complicanze a lungo termine della malattia.

Descrizione

Il diabete e le sue complicanze è sicuramente un tema che negli ultimi anni ha concentrato maggiori sforzi di ricerca in ambito medico. Rispetto al 2001 le persone con diabete sono aumentate in valore assoluto di oltre 1 milione, mentre la prevalenza è passata dal 3,8% al 5,7%., nelle Marche si attesta nel 5.0% (dati ISTAT 2017).

La difficoltà maggiore che il SSN riscontra non è collegata all’aumento dei malati ma si evidenzia un’alta complessità di gestione per le complicanze secondarie portate dal diabete accentuate dalla concentrazione di pazienti per medico.

In questo scenario il progetto DIAMED propone delle soluzioni innovative nel campo della cura del diabete attraverso lo studio di algoritmi di Intelligenza Artificiale (IA) per l’individuazione predittiva dei pazienti a con un più alto fattore di rischio e lo sviluppo di un innovativo dispositivo medicale per la misurazione della disfunzione endoteliale a supporto alla diagnostica delle complicanze.

Obiettivi 

Il macro-obiettivo di questo progetto è offrire un innovativo modello di assistenza per le persone con diabete focalizzandosi in particolare sulla capacità di riconoscere preventivamente i soggetti a rischio di complicanze cardiovascolari secondarie della patologia.

L’innovazione, in termini sia di software che di hardware, prevede:

1-         l’evoluzione di un dispositivo biomedicale per la determinazione della disfunzione endoteliale, parametro molto importante per l’indicazione dello stato di salute dell’endotelio che è direttamente correlato allo stato generale del sistema cardiovascolare,

2-         lo sviluppo di algoritmi di IA basati su machine learning che permettano di stratificare il rischio delle complicanze del diabete e di intervenire sui soggetti a rischio più elevato prima dell’evento acuto, migliorando la qualità e l’aspettativa di vita del paziente, ottimizzando le cure e riducendo i costi dell’assistenza.

Risultati

Creazione di un servizio fortemente innovativo e predittivo per i pazienti diabetici che può risolvere il problema dell’identificazione dei soggetti a rischio di patologie cardiache secondarie, attivando una cura preventiva e focalizzata tanto in risorse cliniche che economiche.

Dispositivo per la rilevazione della disfunzione endoteliale

Sviluppo di algoritmi IA che permettono la classificazione dei pazienti in base al loro livello di rischio per complicanze diabete

Inoltre, la filiera permetterà, attraverso la presenza di Meteda già ampiamente inserita nel mondo della diabetologia, di arrivare facilmente sul mercato, di cui si conosce profondamente contesto ed esigenze che il progetto, così come ideato, potrà soddisfare in pieno.

 

PROGETTO COFINANZIATO DAL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE.

IL SOSTEGNO FINANZIARIO RICEVUTO DALL'UNIONE EUROPEA 

È DI € € 266.541,72

 

Scrivici su Whatsapp